/

IRAQ: MANIFESTANTI IN PIAZZA DOPO MESI

In questi ultimi mesi si è tornati a parlare nuovamente di Iraq. Cosa sta succedendo? Per molti anni il paese è stato occupato a combattere contro l’ISIS, ma conclusa la battaglia il governo iracheno, salito al potere nel maggio 2018, avrebbe dovuto garantire i diritti fondamentali ai propri cittadini. Tuttavia, non andò come previsto e il popolo iracheno rimase deluso e insoddisfatto per la crescente crisi economica: molti vivono in

/

LA PARTITA PIÙ AZZURRA

Se qualcuno mi chiedesse quale partita rappresenta il “calcio italiano” in tutta la sua essenza io senz’ombra di dubbio risponderei Olanda-Italia del 29 giugno 2000. Partiamo subito con un’osservazione: cosa significa per me “calcio italiano”. Noi italiani siamo sempre stati additati, in ambito sportivo, come catenacciari, difensivisti, brutti da vedere. Ebbene, non c’è niente di più giusto. Basta nasconderci, l’Italia non ha mai vinto da favorita o giocando il miglior

/

QUESTA POLITICA CHE SEMBRA ODIARE LA SCUOLA

Oltre alla crisi sanitaria ed economica, il virus ha riportato alla luce lo spettro dell’emergenza culturale, legata a doppio filo con la politica. E ora sta alla classe dirigente dimostrare che non odia la scuola. Un’epidemia silenziosa È solo una questione di tempo, dicono gli esperti, prima che in Italia esploda l’emergenza economica dovuta alla pandemia del COVID19; basta aspettare la fine del blocco dei licenziamenti e lo stop alla

/

NE USCIREMO MIGLIORI?

La pandemia ci ha posto una nuova Grundfrage, la heideggeriana domanda metafisca radicale, che ha segnato l’ora più buia e scandirà il nascere della prima alba del mondo post stato d’emergenza: la Covid-19 ha già modificato o modificherà il nostro mondo, la nostra società, il nostro essere-con-gli-altri, la nostra soggettività? La questione è, letteralmente, epocale. La tensione critica donataci da questo interrogativo è preziosa, e non deve essere smarrita in

/

LA VITA DENSA DI LUCA

Fermatevi un attimo, respirate, sgombrate la mente. Oggi vi parlo della vita densa di Luca. Oggi si trippa. Luca ha trentadue anni, ma non bada molto all’età. Lavora come operaio metalmeccanico presso l’azienda che lui stesso dirige. Potreste pensare che le sue mani siano ruvide, callose. E invece no, l’opposto: le sue sono morbide, levigatissime, e incredibilmente ferme; precise e ferme tanto quanto i suoi ragionamenti. Queste sue doti gli

/

STORYTELLING E POLITICA: IL CASO GIUSEPPE CONTE

L’uso dello storytelling nel mondo politico è sempre più importante e il nostro premier ne ha capito l’importanza fin da subito trasformandosi da premier sconosciuto e all’ombra del duo Salvini-Di Maio a leader politico più apprezzato dagli italiani L’uso dello storytelling in politica nel mondo e in Italia La capacità di saper raccontare, di saper convincere il proprio elettorato tramite narrazioni e storie ben congeniate è sempre stato uno dei

/

VIVA (IL PARTITO) ITALEXIT!

Giovedì scorso Gianluigi Paragone ha presentato il suo nuovo partito Italexit: “Mancava un partito che dicesse ‘fuori dall’Unione Europea'”, cerchiamo quindi di capire quali possono essere le novità per il dibattito pubblico, per anni incentrato su Europa, UE ed euro. Gianluigi Paragone, espulso dal Movimento 5 Stelle a Gennaio, giovedì ha annunciato in una conferenza stampa alla Camera il suo nuovo movimento: “No Europa per l’Italia – Italexit con Paragone”;

1 2 3 5