Giacomo Bechini

Pensavo fosse un Polo, invece era un palo

I terzopolisti potranno confermare: sono state ore e giornate estremamente difficili. Ci ho messo un po’ a fare mente locale, sedermi e incominciare a scrivere… qualcosa. Non sapete quanto avrei voluto aggiungere un bel “che avesse un senso” dopo quel “qualcosa”, ma la realtà con la quale sono costretto a fare i conti è che, purtroppo, non sempre le cose hanno senso. A volte accadono e basta: bisogna farsene una
15 Aprile 2023