/

IL BACIO NELLA CASA DEI SOGNI

Nel respiro morto/mutodella ragazza di luce barcollo tra le antiche mura di camera, attorno un letto incompreso. Sogni chiusi in una stanza senza colori di verità in verità, barcollo. Ricordi diventano falene e rabbia, nella riposata ombra del mio subconscio. Ho amato il dipinto di come eri solo specchi frammentati ora(mi ami?) Barcollo tra le mura di camera attorno un letto incompreso,ho odiato il tuo sangue che scende tra le

/

DIETRO IL CILIEGIO

Dietro il ciliegio, oltre il sentiero dei cipressi mi attende al cancello un ciecoche sfiora corpi a lui concessi La mia voce sfuma come ecoma è aldilà dei suoi interessi, mi guarda con sguardo di spreco ai suoi occhi vuoti e spessi Quello giace muto e sinistro, l’entrata al cancello mi è impedita e la sua voce ha il potere del Basilisco: “per te nessuna risalita” Mi allontano dall’Eden e

/

LA VITA DENSA DI LUCA

Fermatevi un attimo, respirate, sgombrate la mente. Oggi vi parlo della vita densa di Luca. Oggi si trippa. Luca ha trentadue anni, ma non bada molto all’età. Lavora come operaio metalmeccanico presso l’azienda che lui stesso dirige. Potreste pensare che le sue mani siano ruvide, callose. E invece no, l’opposto: le sue sono morbide, levigatissime, e incredibilmente ferme; precise e ferme tanto quanto i suoi ragionamenti. Queste sue doti gli

/

MODESTA: LA DONNA PIÙ BELLA MAI CONOSCIUTA

Uno sconclusionato tentativo informale di delineare la figura di Modesta, protagonista de L’arte della gioia di Goliarda Sapienza, per poi chiedersi: facciamo bene ad offenderci? Modesta Provate a immaginare una donna nella Sicilia di inizio Novecento. Già, è difficile non cedere a luoghi comuni: non può che uscirne una figura macchiettistica, grottesca, imbarazzante per chi la crea. Tutte queste figure stereotipate: Modesta le è tutte e non ne è alcuna.

/

STORIA DEL SASSO SONNY

Racconto tre momenti della vita di un sasso di nome Sonny, tutti caratterizzati da estrema violenza, per dare voce al suo punto di vista. Leggendo un articolo di AlterThink della settimana scorsa, mi sono accorto di quanto un tempo il nostro rapporto con i sassi fosse quotidiano, naturale. A questo si è aggiunto un altro evento: guardando l’ultima stagione di The good place (NON C’È SPOILER), un piccolo elefante fatto

/

IL PRIMO PENSIERO: UN GRANDE EPISODIO NEI PRIMI ANNI DI VITA

Il mio primo pensiero: ripercorro un episodio cruciale dei primi anni di vita, sperando vi possa far divertire per poi rimanere in silenzio, per un attimo. Questo è il mio primo pezzo su AlterThink, e da qui in avanti tutte le mie pubblicazioni finiranno nella categoria I pensieri. Così ho realizzato che, in un certo senso, questo è anche il mio primo pensiero. Un’idea angosciante: cosa avrei potuto scrivere, quale