/

Spid-y Gonzales: come la brigata anti-spid sfugge alla realtà

Qualche settimana fa mi trovavo ad un banchetto (fisicamente palpabile oltre che visibile) organizzato per continuare a raccogliere le firme per i quesiti sull’Eutanasia Legale. Commentavo con qualche amico radicale che ero stupito che la solita élite mediatica-costituzionalista non si fosse ancora indignata per la temibile ventata di modernità che ha addirittura consentito di raccogliere le firme attraverso l’agevole sistema dell’identità certificata digitale. Come si suol dire, me la sono

/

I REFERENDUM E I PERICOLI DI UN NUOVO POPULISMO

L’introduzione della possibilità di firmare digitalmente per i nuovi referendum su eutanasia legale e cannabis legale ha destabilizzato il mondo politico italiano. Entrambi i referendum hanno raggiunto le 500’000 firme necessarie, quello sulla cannabis lo ha fatto in una settimana. L’entusiasmo è alle stelle, ma la strada che stiamo imboccando è sicura? Quali sono i pericoli in cui potremmo imbatterci? Un’analisi. Premessa doverosa nell’epoca in cui, se vuoi criticare qualcosa

/

GLI EQUILIBRISTI SUL FILO DEL GOVERNO DRAGHI

Il 3 agosto scatterà il semestre bianco: quel periodo, corrispondente agli ultimi sei mesi del mandato del Presidente della Repubblica, durante il quale non sarà possibile lo scioglimento delle Camere. Avvicinandoci al fatidico giorno, proviamo ad analizzare l’attuale situazione politica, il posizionamento dei partiti e i malumori interni alla maggioranza del governo Draghi, partendo da due casi specifici. Quello che ci aspetterà nei prossimi sei mesi è difficile da prevedere.

/

BONUS MUSEI PER ITALIANI ALL’ESTERO: IL “REGALINO” DI CUI NON AVEVAMO BISOGNO

L’idea per quest’articolo nasce da una discussione scatenatasi qualche giorno fa su Twitter tra Andrea Presbitero, professore di economia alla Johns Hopkins University, e l’on. Francesca La Marca, deputata del Partito Democratico, eletta nella circoscrizione ESTERO C (America Settentrionale e Centrale). Il tema oggetto del dibattito era l’articolo 1, commi 89 e 90 della Legge di Bilancio 2021 (legge 30 dicembre 2020, n.178), approvati per iniziativa dell’on. La Marca e

/

Zan, Ferragnez e i Progressisti in Retromarcia

Oggi approderà in aula al Senato il ddl Zan, il disegno di legge contro l’omotransfobia da mesi al centro del dibattito pubblico, in vista dell’ultimo passaggio prima dell’eventuale approvazione. Al di là dell’esito del voto, c’è un pensiero che, da sporco utilitarista quale sono, mi tormenta, ed è il seguente: ma ad Alessandro Zan conviene più che la legge venga approvata oppure no? Perché – facciamo i seri – vuoi

/

Il Cortile dei buoni

Non ho mai provato la sensazione ma posso immaginare quanto sia piacevole, per alcuni, ritrovarsi in un ipotetico cortile – virtuale o reale che sia – insieme a persone con cui condividono le stesse idee, con un cartello in testa che recita “noi siamo i buoni” e che cercano di ostentare pervicacemente, brandendolo come uno scudo e ribadendo quell’angelica bontà ad ogni tema che gli si presenta dinanzi. A prima

/

RISPARMIATECI UN SANTO IN LAMBORGHINI

“Risparmiateci un santo in Lamborghini”. Ossia, del popolo che guarda al dito o al portafoglio, e che il punto fatica ad inquadrare. Fa tutto “sistema” e buon brodo: il Primo Maggio festa della sinistra populista, Fedez “parlaci di quando andavi con Casaleggio”, “critica Amazon se hai il coraggio”, tu proletario dal castello, e la chiamata mettila per intero che sforbiciata così boh magari volevano dire altro, una volta Berlinguer e

/

NON TUTTE LE OPINIONI SONO IDEE

Premessa La classe dirigente italiana, non solo quella politica, vive da anni una crisi (ahimè) ben più preoccupante della crisi economica che stiamo vivendo ora. Può sembrare una frase forte, ma nei fatti non lo è, ne abbiamo sotto gli occhi ogni giorno svariate dimostrazioni. Il dibattito pubblico degenerato, oserei dire marcescente, è solo uno dei sintomi di tale crisi, ma è ciò su cui vorrei concentrarmi. Un’argomentazione degna di

1 2 3 5