/

CYBERPUNK 2077 & CD PROJEKT RED

Cose che furono, cose che sono, e alcune cose che devono ancora verificarsi Che Dama Galadriel non me ne voglia, ma sono qui oggi per provare a spiegare cosa è successo con l’arrivo negli scaffali videoludici di Cyberpunk 2077, l’ultima fatica molto faticosa di CD PROJEKT RED. C’è dunque un motivo per cui cito un personaggio fantasy di nota fama per introdurre il mio discorso. Anzi due: il primo, di

/

L’ANIMA DI VENDRAME

Il 4 aprile 2020 ci ha lasciati uno dei giocatori italiani più discussi degli anni ’70. In un anno dove il calcio ha salutato, tra i tanti, Pablito Rossi e Diego Armando Maradona, voglio riservare uno spazio ad un Artista che, col mondo del calcio, non voleva averci niente a che fare. Vendrame odiava il calcio. Odiava essere portato per una cosa in cui devi fare fatica ed impegnarti per

/

DIECI ALBUM DEL 2020 ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE

Il 2020 è stato un anno che ha destabilizzato le nostre vite come pochi altri, nella storia recente, hanno saputo fare. Tuttavia, nonostante una pandemia mondiale che ci tiene tutt’ora in ostaggio, l’industria musicale ha saputo regalarci non poche soddisfazioni. Ecco quindi dieci album che noi della redazione ci sentiamo di consigliarvi. “Heaven to a Tortured Mind” – Yves Tumor Genere: psychedelic soul, art rock Pubblicato agli inizi dello scorso

/

APOLOGIA DI GIAN PIERO GASPERINI

Il calcio è strano. Negli ultimi anni si è parlato molto di Atalanta, per la prima volta nella sua storia probabilmente. Ma non si è mai parlato tanto di Gasperini come nelle ultime settimane. Il motivo? Una lite degenerata con capitano dei nerazzurri, Papu Gomez, che è sfociata prima nell’esclusione dalla lista di convocati per la partita contro l’Udinese e, in seguito, addirittura dall’esclusione dal progetto. Ma andiamo con ordine.

/

RACCONTAMI PAOLO ROSSI, PAPÀ

Aveva gli occhi lucidi, che riflettevano le immagini dello schermo. Poche volte l’ho visto così, così profondamente triste. Aveva l’espressione di chi saluta qualcuno o rinuncia a qualcosa di importante, così importante da somigliare alla perdita di un pezzo di sé. Sapevo bene anche io, chi fossero gli uomini in televisione: Bergomi, Conti, Oriali, Tardelli. Mio padre aveva gli occhi lucidi, e quei ragazzi dell’82 gli somigliavano un sacco. Le

/

SFERA EBBASTA E IL PREZZO DELL’ESSERE FAMOSO

Famoso, sostanzialmente, non è altro che una mera compilation di canzoni scialbe, plasticose e funzionali solo per essere spammate a raffica su Tik Tok. Ce lo si poteva aspettare? Assolutamente sì. Quando Sfera Ebbasta ha pubblicato, ormai più di un mese fa, la tracklist di Famoso, mi si è disegnato un piccolo ghigno sul volto. Non ero stupito, perché dopo il colpo di scena “Quavo” in Rockstar ho imparato a

/

CELESTE – SCALARE UNA MONTAGNA PER SENTIRSI LIBERI

Sono un videogiocatore di circostanza. Non ho mai posseduto una console su cui potessero girare i famosi “tripla A”, i prodotti più pubblicizzati e accattivanti dell’impresa videoludica. Allo stesso modo non ho mai avuto il tempo da dedicare al videogiocare, pur essendo una papabile passione. Quindi ho sviluppato un gusto tutto mio, fatto di indipendenti, scarti di mercato e ritardo di una generazione nel recuperarli. E ora, con Celeste, posso

/

LA TRAP SPIEGATA AI BOOMERS

La definizione di arte è da sempre oggetto di dibattito. C’è chi crede sia definita dalla tecnica dell’artista, chi dal messaggio nascosto fra le righe dell’opera, chi dall’equilibrio di entrambi gli elementi e c’è anche chi non si pone il problema. Sembra impossibile arrivare ad una definizione univoca, eppure il filosofo italiano Dino Formaggio sembra esserci andato molto vicino. “L’arte è ciò che gli uomini chiamano arte”. Definizione che può

1 2 3 7