/

IL RAP CANTAUTORALE DI CARLO CORALLO: INTERVISTA ALL’ARTISTA SICILIANO

Una delle più grandi rivelazioni degli ultimi anni nel panorama hip hop italiano riguarda un artista sui generis, che non incarna certamente lo stereotipo del rapper per come tanti si immaginano la categoria. Carlo Corallo, siciliano classe ’95, si è distinto infatti per la sua penna poetica e imaginifica, tale da creare affascinanti storytelling in poche strofe. Il tentativo “ibrido” più che riuscito a Carlo Corallo è quello di avvicinare

/

GRAZIE RAFFAELLA, IDOLO E DIVA IMMORTALE

Cara Raffaella, è difficile aggiungere qualcosa al mare di ricordi commossi e di celebrazioni sentite con cui gli italiani ti hanno salutato. Lo è ancora di più per chi, come me, ha vissuto solo gli ultimi anni del tua carriera. Ma che ne sa un ventunenne del ruolo che ha avuto la Carrà. Poco, appunto. O almeno non abbastanza. Per questo oggi non voglio insegnare qualcosa a chi ha vissuto

/

IL PAGELLONE DELL’ITALIA A EURO2020

La squadra: 8,5 Gianluigi Donnarumma: 9,5. Inflessibile di fronte alle voci di mercato e ai mormorii dei milanisti, è insuperabile. Totalmente incolpevole sui tre gol subiti dall’Italia, salva un tiro chirurgico di De Bruyne ed è decisivo nel parare i rigori contro Spagna e Inghilterra. Dichiarato miglior giocatore del torneo, diventa a tutti gli effetti un fuoriclasse e si candida a diventare il miglior portiere del mondo. E il pallone

/

C’ERA UNA VOLTA COVERCIANO

Roberto Mancini e i campionati europei ce lo hanno fatto capire: la qualità non è più un optional. Per questo l’Italia calcistica è chiamata ad aggiornarsi, partendo dagli allenatori. Ai piedi dei colli fiorentini si trova il quartiere di Coverciano. Per gli amanti del pallone è impossibile non collegare questo nome ai colori azzurri della Nazionale: dal 1958 infatti il “Centro Tecnico Federale Luigi Ridolfi” è il luogo di formazione

/

LA RIVINCITA DEI “SENZA APPEAL” DELL’NBA

LA STAGIONE 2020/21 DELL’NBA, COMPLETATA TRA LE TANTE CONTRADDIZIONI DOVUTE ALLA PANDEMIA, CI HA INEVITABILMENTE REGALATO IMPREVEDIBILITÀ. FINO ALLA FINE: ELIMINATI I FAVORITI IN VARI MOMENTI PIÙ O MENO CLAMOROSI DELLA POST-SEASON, A DISPUTARSI IL TITOLO SONO I PHOENIX SUNS E I MILWAUKEE BUCKS, LECITAMENTE NON PREVISTI TRA I FAVORITI ASSOLUTI A INIZIO STAGIONE: I “SENZA APPEAL” DELL’NBA. UNA STAGIONE DIVERSA Come sempre, quando quello che arriva in fondo è

/

LA FAVOLA SVIZZERA E IL REVANCHISMO ANTIFRANCESE

Alla National Arena di Bucarest è andato in scena l’inimmaginabile. La modesta Svizzera ha battuto la Francia campione del mondo, eliminandola agli ottavi di Euro2020. L’andamento altalenante della gara, i gesti tecnici incantevoli e inaspettati e il finale a sopresa, l’hanno resa indubbiamente la partita più divertente di questo campionato europeo. Le reazioni, in Italia ma non solo, hanno unito stupore, nazionalismo e quel romanticismo tipico di quando Davide batte

/

BELLA QUESTA ITALIA. MA NON LA TIFEREI

Domani la nazionale italiana di calcio affronterà l’Austria negli ottavi di Euro 2020. Fino ad oggi il cammino degli azzurri è stato strabiliante, con tre vittorie, sette gol fatti e zero subiti nel girone. Il ricordo della disastrosa nazionale di Gianpiero Ventura appare ormai lontano. Tuttavia, è d’obbligo non cadere preda di eccessiva euforia, in quanto negli eventuali quarti i ragazzi di Mancini troverebbero il Belgio di Lukaku, De Bruyne