/

LA PELOTA SIEMPRE AL DIEZ

Qualcuno dice che non è il più grande, che ormai i bambini in giro per il mondo pensano a Messi quando stoppano il loro primo pallone o calciano una punizione dal limite dell’area. Può essere, chi lo sa, a chi importa. Non sono però necessari grandi sforzi di immaginazione per provare a capire a cosa pensa Lionel Messi quando vede la Dieci dell’Argentina. Diego Armando Maradona è morto qualche settimana

/

CHI VUOL FARE IL SINDACO DI ROMA?

La politica è unione, solidarietà, equilibrio, alleanza, compromesso, mediazione, conflitto, inganno e tradimento. È fare la cosa giusta, fare quella sbagliata al momento giusto oppure non fare niente. È tornare sui propri passi, essere coerenti, è attaccare ed è difendere, spaventare, galvanizzare, aizzare e commuovere. È anche, sopra ogni cosa, potere. Dove tutto è già accaduto mille volte A Roma tutto ciò succede da tremila anni e nel corso di

/

HA VINTO TRUMP

“The Donald” è il bersaglio principale dei manifestanti di Black Lives Matter, Biden lo surclassa nei sondaggi e l’epidemia di COVID-19 negli Stati Uniti è completamente fuori controllo. Però Trump ha già vinto. Physique du rôle La vittoria di Trump nel 2016 per quanto fuori dagli schemi sembrava poter aprire a una fase di cristallizzazione del personaggio entro dinamiche più tradizionali e leggibili dagli analisti di politica americana. Un candidato

/

COSA VUOLE MATTEO RENZI?

Breve analisi non tecnica sulla situazione politica dell’ex premier ovvero un tentativo di capire a quale tavolo è seduto, quali sono le sue carte e come le può giocare. Matteo Renzi fa, non fa, dice, non dice, propone, minaccia, esalta e rassicura. Nessuno può dire con certezza se il suo peso politico sia sopravvalutato o sottovalutato, se sia tutto parte di un perfetto piano per tornare nella stanza dei bottoni