/

LA FRANCIA È PRESIDENTE DI TURNO DEL CONSIGLIO DELL’UNIONE EUROPEA: E QUINDI?

Dall’inizio di quest’anno, e fino al giugno prossimo, la Francia deterrà la presidenza del Consiglio dell’Unione Europea. La notizia non ha invaso le prime pagine dei giornali, ma acquista una certa rilevanza se si pensa al panorama istituzionale comunitario e al ruolo fondamentale che il Consiglio dell’UE svolge nella ordinaria dialettica del processo di policy-making. Cos’è il Consiglio dell’UE Si tratta di una delle più importanti istituzioni dell’Unione e sostanzialmente

/

La battaglia sullo stato di diritto tra UE e Polonia – Intervista al prof. Curti Gialdino

“Nel calendario della Corte di giustizia dell’Unione europea il 7 ottobre è un giorno diverso dagli altri.” Inizia così un articolo pubblicato il 20 ottobre scorso sulla rivista giuridica federalismi.it. Infatti, è del 7 ottobre la sentenza del Tribunale Costituzionale polacco che sancisce la supremazia del diritto interno su quello europeo. Ciò ha provocato indignate reazioni e, come sempre, accorate critiche che poco hanno a che fare con la realtà

/

Le Nazioni Unite hanno ancora senso?

Poco più di un mese fa le potenze occidentali hanno iniziato a organizzare i rispettivi ponti aereo per evacuare i propri cittadini (e collaboratori della coalizione) dall’Afghanistan. Nel maggio scorso si è consumata l’ennesima crisi israelo-palestinese, terminata con un cessate il fuoco dopo giorni di bombardamenti. A febbraio il governo birmano è stato deposto con un golpe militare. Il regime bielorusso continua a calpestare, in maniera sistematica, diritti civili e

/

COS’È, COME FUNZIONA E A CHE PUNTO SIAMO CON IL NEXTGENERATIONEU

Quando ad aprile scorso si iniziò a parlare di Recovery Fund, l’entusiasmo di alcuni si è immediatamente urtato con le insoddisfazioni di altri: poche risorse complessive, troppe condizionalità di spesa, pochi sussidi e troppi prestiti. Da allora, il piano europeo, inizialmente paragonato in maniera tutt’altro che opportuna al Piano Marshall del secondo dopoguerra, ha cambiato nome e cifre. Ma le critiche restano, così come i dubbi sull’effettiva erogazione dei fondi.

/

IL SOFAGATE TRA LE DEBOLEZZE EUROPEE

I fatti sono noti all’opinione pubblica: hanno ricevuto una prevedibile ed elevata attenzione mediatica e riempito le prime pagine dei giornali, ma mi pare conveniente accennarli. Lunedì 6 aprile, la Presidente della Commissione Europea Von Der Leyen e il Presidente del Consiglio Europeo Michel sono stati ad Ankara, dove hanno incontrato il Presidente turco Erdoğan per parlare di migranti, donne e cambiamento climatico. Un video, immediatamente diventato virale, mostra l’imbarazzo