/

LA VERITÀ È SOGGETTIVA E RASHOMON CE LO SPIEGA BENE

Akira Kurosawa dirige nel 1950 il film Rashomon, una storia raccontata da diversi personaggi secondo i loro punti di vista. Ognuno di loro riporta la visione soggettiva di un evento. Il fatto divertente è che noi spettatori non assistiamo alla narrazione della realtà dei fatti, bensì rimaniamo col dubbio perché abbiamo anche noi solamente i racconti della vicenda e non la vicenda stessa. Qual è la storia che viene raccontata?

/

IL FEMMINISMO NON È UNA SCIENZA ESATTA

Un mese fa ho letto per la prima volta un articolo del 2018 di The Vision intitolato “Perché Amélie è stata la rovina di una generazione di ragazze” scritto da Sofia Torre. L’articolo attacca il film francese del 2001 facendo leva sul cattivo esempio per le giovani donne che si cela dietro il personaggio di Amélie.  Non trovandomi d’accordo, ecco invece perché secondo la sottoscritta Amélie non è stata la

/

PERSONAGGI AUTISTICI INTERPRETATI DA ATTORI NON AUTISTICI

Candidato a Miglior film commedia o musicale ai Golden Globe 2021, “Music” è il primo film scritto e diretto dalla cantante australiana Sia. Music è stato parecchio criticato dal competente, imparziale e per nulla esagerato e imbarazzante Twitter prima ancora che uscisse. Ed era uscito solo il teaser. Molte delle critiche si sono rivelate giuste, mancavano solo le evidenze per argomentare. LA TRAMA La storia è semplice; Music è affetta

/

IL PROCESSO AI CHICAGO 7: TRA FILM E POLITICA

“SE IL NOSTRO SANGUE DEVE SCORRERE, CHE SCORRA PER TUTTA LA CITTÀ” Qualche giorno fa Sarah Jessica Parker e Taraji P. Henso hanno comunicato le nomination ai Golden Globe Awards del 2021, che si terranno il 28 febbraio. Tra i film candidati a miglior film drammatico c’è “Il processo ai Chicago 7”, film del 2020 della Paramount Pictures e acquistato da Netflix dopo l’emergenza covid19. Scritto e diretto da Aaron

/

CENSURA ALLO SPETTACOLO: È UNA NOVITÀ?

L’anno che che abbiamo salutato non terrà con sé le polemiche di cui mondo dello spettacolo è stato protagonista. Il 2021 potrebbe vederne di più siccome l’attenzione su cosa si può e non si può dire è ormai alta.L’intrattenimento in generale è stato cruciale visti i lockdown, ed è sorta l’esigenza di monitorare anche laddove prima c’era più libertà. La censura La TV, il cinema e il web sono diretti

/

NO MAN’S LAND E IL RACCONTO DELLA GUERRA IN BOSNIA

Ironia e tragedia nella storia particolare del film premio Oscar che racconta una parentesi triste della storia est europea che ancora oggi miete vittime innocenti. Negli anni ’90 la Bosnia ed Erzegovina si è vista in ginocchio a causa del conflitto armato. Cessato il fuoco, però, non ha smesso di essere tartassata; da allora 728 persone sono morte a causa delle mine rimaste impiantate nel suolo bosniaco. Di queste 673