/

IL REGNO UNITO METTE A RISCHIO LA VITA DEI RIFUGIATI LGBTQI+, L’ITALIA LO FA GIÀ DAL 2019

Lo scorso aprile il Governo del Regno Unito, guidato da Boris Johnson, ha presentato un piano per la gestione dei richiedenti asilo destinato a far discutere: Londra ha deciso di “esternalizzare” i richiedenti asilo spedendoli in Ruanda, a circa 6400 chilometri di distanza. Il primo volo dovrebbe partire il 14 giugno. Il piano rientra pienamente nell’approccio tenuto in questi anni da Priti Patel, importante esponente politica dei Conservatori che dal

/

IN LOMBARDIA INIZIA IL PERCORSO DELLA LEGGE REGIONALE CONTRO L’OMOLESBOBITRANSFOBIA. SARÀ LA VOLTA BUONA?

Il 10 maggio sono state consegnate al Presidente del Consiglio Regionale della Lombardia quasi 10mila firme, raccolte dalle associazioni LGBTQI+ lombarde sulla piattaforma All Out, per sostenere il cosiddetto “PDL Nanni” – il progetto di legge n° 109 contenente norme contro la discriminazione determinata dall’orientamento sessuale e dall’identità di genere. Il testo prende il nome da Iolanda Nanni, consigliera regionale e deputata del Movimento 5 Stelle venuta a mancare nell’agosto

/

NON RAGIONIAM DI LOR, MA GUARDA E SCHWASSA

Questa riflessione parte da due premesse. La prima è che non ho alcuna competenza nell’ambito della linguistica e in questo articolo non troverete considerazioni sullo schwa in quanto tale. La seconda è che non sono solito utilizzare né lo schwa né l’asterisco (né la X né la U) per rendere il mio linguaggio più “gender neutral”. Sia per diletto sia per lavoro mi esercito, invece, nella costruzione di perifrasi sempre

/

CHI VUOLE “SALVARE” DRAGHI ELEGGENDOLO AL QUIRINALE SBAGLIA DI GROSSO

Premessa: questo articolo è privo di toto-nomi, ma contiene tracce di olio palma. In questi giorni il dibattito pubblico sulla corsa al Colle non brilla per profondità né per capacità di scaldare gli animi. Da un lato la coalizione di destra-centro si è incartata sulla candidatura di Berlusconi, su questa “operazione scoiattolo” sempre più tragicomica e improbabile. Dall’altro i partiti dell’ex maggioranza giallo-rossa PD, M5S, LeU (e Italia Viva?) che

/

Tenetevi quella panchina

Qualche giorno fa il deputato di Forza Italia Elio Vito ha lanciato una proposta destinata a suscitare polemiche: installare una panchina arcobaleno a Montecitorio “in segno di solidarietà e rispetto nei confronti della comunità LGBTQI+” e per testimoniare “la volontà di proseguire la lotta ad ogni forma di odio, violenza e discriminazione fondata sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere”. L’iniziativa ha raccolto subito adesioni e consensi trasversali: