/

LA MIA GENERAZIONE HA PERSO (di Otto Lanzavecchia)

Esimia classe dirigente,chi vi scrive è un milanese di 24 anni che è appena entrato (fortuitamente) nel mondo del lavoro dopo aver studiato. Vorrei però tralasciare le condizioni abiette con cui io e gli altri giovani ci scontriamo – tutte cose arcinote – e guardare al futuro. Ho letto la bozza del Piano nazionale di ripresa e resilienza e ho seguito il dibattito pubblico attorno a esso. E vi dirò:

/

IL SIGNIFICATO DELLA FEDE (di Claudio Cavagnero)

Io non penso che avere Fede sia particolarmente legato alla religione: credo sia invece una forma mentis e che abbia un significato psicologico ben preciso. Non penso sia una buona idea permetterci di giudicare come semplice superstizione un sentimento così potente: meglio osservare con umiltà ed indagare. La Fede è il concetto fondante delle tradizioni giudaica e cristiana e ed è infatti descritta nei primi versi della Genesi: Dio vide

/

L’IMPORTANZA DEI NOMI (di Claudio Cavagnero)

Il presente articolo è in risposta a “Non abbiamo bisogno di etichette” di Francesco Saverio De Marchi. “Allora il Signore Dio plasmò dal suolo ogni sorta di animali selvatici e tutti gli uccelli del cielo e li condusse all’uomo, per vedere come li avrebbe chiamati: in qualunque modo l’uomo avesse chiamato ognuno degli esseri viventi, quello doveva essere il suo nome. Così l’uomo impose nomi a tutto il bestiame, a

COSA FARE SE SI È VITTIME DI VIOLENZA

È violenza contro le donne «ogni atto di violenza fondata sul genere che provochi un danno o una sofferenza fisica, sessuale o psicologica per le donne, incluse le minacce, la coercizione o la privazione arbitraria della libertà». Così recita l’art 1 della dichiarazione ONU sull’eliminazione della violenza contro le donne adottata senza voto da parte dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite con la risoluzione 48/104 del 20 dicembre 1993. La normativa

/

IL FUTURO DELL’ECOLOGISMO – Live con Chicco Testa

Con Chicco Testa, ex presidente di Legambiente, deputato dal 1987 al 1994, dirigente di diverse aziende tra cui ENEL e ACEA e oggi presidente di AssoAmbiente, parliamo degli orizzonti dell’ambientalismo moderno, del fenomeno di Greta Thunberg, del Green Deal europeo e del suo ultimo libro “Elogio della crescita felice. Contro l’integralismo ecologico” appena uscito ed edito da Marsilio.

/

ELEZIONI USA E SCENARI INTERNAZIONALI POST-TRUMPIANI | con Cecilia Sala

La vittoria di Joe Biden alle presidenziali americane determinerà con ogni probabilità cambiamenti nella postura internazionale e nella politica interna statunitense. Quali stati hanno cambiato schieramento e quanto è stato decisivo il voto delle minoranze? In quali di questi stati Trump si appellerà alla corte suprema? Qual è l’eredità del Trumpismo nei Repubblicani e chi potrà raccogliere la pesante eredità di The Donald? È possibile prevedere, nei tempi e nelle