/

AUGURI DI SOBRIO NATALE

Sobrietà, spiritualità e anche un poco di castità: ecco le raccomandazioni di Conte e del suo governo per questo Natale (per ora). In questi giorni le prime pagine dei giornali sono piene zeppe di anticipazioni del governo sulle future restrizioni in vista del Natale. La retorica non è tanto diversa da quella adottata a maggio, quando si parlava di “congiunti” e non si capiva bene chi avesse conferito al governo

/

VIENI A STUDIARE IN PUGLIA

La seconda ondata colpisce la terra del sole, del mare e del vento, ma la trova impreparata. Emiliano chiude le scuole e scatena le proteste di sindacati, genitori e insegnanti. Il Dpcm del 24 ottobre fissa la quota del 75% per la didattica a distanza e lascia la possibilità alle regioni di prendere provvedimenti più restrittivi. Emiliano, di fronte all’aumento dei contagi, annuncia la chiusura delle scuole di ogni ordine

/

LOCKDOWN SELETTIVO: UN GIOVANE ARROGANTE RISPONDE AD UN ANZIANO INCAZZATO

Vorrei riportare ai lettori una conversazione whatsapp alla quale non ho preso parte per evitare di diventare davvero violento (verbalmente, s’intende) verificando la celebre legge “del giovane dissoluto” che ha trovato nella recente dichiarazione di Luciana Lamorgese un’ennesima declinazione. Scrive il signor “X”: «Riguardo alla proposta demenziale di fare un lockdown per gli ultrasettantenni e per i soggetti fragili, ci sarebbe da scrivere un trattato. Ma mi limito a poche

/

QUANDO GLI ALUNNI CC E PD SI MENARONO A RICREAZIONE

Quando ti devi alzare alle 7 in punto, e non hai fatto il compito che ti era stato assegnato, le 6:59 sono il momento peggiore della giornata. E in una scuola di Roma per l’alunno PD, dormiente e silente per quattro lunghi anni, la sveglia è suonata domenica. L’alunno Carlo si è presentato impettito, vuole fare il rappresentante degli studenti. E sbraita e grida, PD, contro l’autoinvestitura del vicino di

/

I PURITANI DELLA DIDATTICA IN PRESENZA FANNO A CAZZOTTI CON LA REALTÀ

Momenti concitati quelli di questi ultimi giorni, la curva dei contagi risale, è innegabile, e lo fa con una velocità non certo indifferente, salgono anche i numeri dei ricoveri, delle terapie intensive e dei morti. Si pensa alla riapertura degli “ospedali Covid”, chiusi a maggio (vedi caso ospedale fiera Milano) ed altri ospedali, come lo Spallanzani a Roma, che scelgono di accettare solo pazienti affetti da Coronavirus. Il tutto condito

/

LA “FERRAGNEZ” TASK-FORCE

«Vi chiedo una trentina di secondi di attenzione perché devo passare un messaggio molto importante. Ieri abbiamo ricevuto una telefonata molto inaspettata: siamo stati messi in contatto con il Presidente del consiglio che ha chiesto un aiuto da parte mia e di mia moglie. Se queste stories, anche in piccolissima parte, riusciranno a essere utili io non posso che esserne contento. Ci è stato chiesto un aiuto nell’esortare la popolazione,

/

IL COVIDDI C’È E LE COSE SONO UN PO’ PIÙ COMPLESSE

Qualche anno fa uno dei più bei film di Sorrentino dava vita ad un Giulio Andreotti misterioso e abile, a tratti simpatico e serio. In una delle scene più contemporanee della politica un neo direttore di Repubblica Scalfari intervistava (o, meglio dire, interrogava) Giulio Andreotti collegando con un interessante e veritiero gioco tra causalità e casualità alcuni dei drammi che il Paese aveva attraversato durante i premierati Andreotti alla sua

/

COVIDDI C’É, MA SOLO DOVE VUOLE IL GOVERNO

Il numero dei contagi si alza e il governo risponde. Sui giornali mille anticipazioni, in tv si discute di un decreto non ancora esistente. Nel caos informativo soltanto una certezza: per evitare il lockdown bisogna abolire la movida. Oggi il Presidente del Consiglio firma l’ennesimo Dpcm che non combatte il virus. Si torna a parlare dei fantomatici Dpcm e future limitazioni causa Covid 19. Tralasciando le considerazioni sul metodo Casalino