Simone del Rosso

Studente MBA in ENI. Ex Financial Analyst in Deloitte. Dottore Magistrale in Economia degli intermediari e dei mercati finanziari. Relazioni Internazionali e Made in Italy (Fondazione Italia USA). Autore di analisi su economia, finanza e geopolitica.

A LETTA NON È RIUSCITA LA MISSIONE IMPOSSIBILE “COALIZIONE SEMAFORO”

Dopo l’accordo tra Partito Democratico e Alleanza Verdi e Sinistra, il leader di Azione ha rotto il patto con Enrico Letta. La missione impossibile del leader dem è fallita. Calenda si è dimostrato un partner inaffidabile, l’asse dai liberali egli ecologisti non avrebbe mai retto la prova del governo. Enrico Letta come Ethan Hunt C’era quasi Enrico Letta. Dopo settimane di incontri, messaggi, tweet, attacchi e smentite, il leader dem
7 Agosto 2022

MISURE BCE: UN PUNTO AI FALCHI, MEZZO PUNTO ALLE COLOMBE, MERCATI DELUSI

Giovedì 21 luglio la Bce ha aumentato i tassi di interesse per la prima volta dopo 11 anni. I mercati finanziari si attendevano un rialzo di 25 punti base ma l’Eurotower ha optato per un aumento di 50. Tuttavia, la stretta monetaria è stata accompagnata dall’annuncio dello scudo anti-spread. Un punto ai falchi, mezzo punto alle colombe, i mercati delusi. La fine di un’era L’ultima volta che la Bce ha
28 Luglio 2022

DIMISSIONI DRAGHI: SPREAD IN RIALZO E POSSIBILI RICADUTE ECONOMICHE E INTERNAZIONALI

Ai mercati finanziari non sono piaciute le dimissioni di Mario Draghi. Nella giornata di giovedì 14 luglio lo spread ha raggiunto quota 230. L’indice Ftse Mib ha chiuso con un -3,44%, a causa dell’aumento del rendimento del Btp che penalizza Unicredit e Intesa. Cosa rischia l’Italia se cade il governo, tra sfide economiche e geopolitiche.  LO SPREAD TORNA A SALIRE Nella giornata di giovedì 14 luglio, alle ore 14.57, mentre
15 Luglio 2022

SANZIONI UE SU PETROLIO E CARBONE: MOSCA GUARDA VERSO L’ASIA

Alla vigilia dell’invasione in Ucraina, la Federazione Russa era il principale partner energetico dell’Unione Europea. Una cooperazione avviata durante la guerra fredda e ormai giunta al termine. Ora, il portafoglio clienti di Gazprom guarda verso l’Asia. Cina e India sono in pole position per l’acquisto di idrocarburi a prezzi scontati.  LE CIFRE PRIMA DELLA GUERRA I dati Eurostat aggiornati al 2020 sulle importazioni europee di prodotti energetici ci aiutano a
13 Luglio 2022

LE SCELTE DELLA BCE, TRA INFLAZIONE E RISCHIO RECESSIONE

Secondo i dati Eurostat l’inflazione nell’area dell’euro a giugno ha raggiunto quota 8,6%. La BCE ha scelto di aumentare i tassi di interesse per la prima volta dal 2011, ma una stretta monetaria precoce potrebbe innescare una recessione nei paesi più fragili. INFLAZIONE RECORD Secondo i dati Eurostat l’inflazione nell’area dell’euro a giugno 2022 ha raggiunto quota +8,6%, in aumento rispetto al +8,1% di maggio. A pesare sul dato è
8 Luglio 2022

ELON MUSK SI PRENDE TWITTER

Quello che per molti era solo un bluff mediatico si è rivelato in poche settimane un deal da 46,5 miliardi di dollari, con il coinvolgimento delle principali banche d’affari americane. Un’operazione lampo che ha messo il consiglio di amministrazione di Twitter nelle condizioni di non poter rifiutare l’offerta del miliardario di origini sudafricane, fondatore e amministratore delegato della Tesla e di SpaceX. Tuttavia, l’operazione potrebbe avere delle ricadute sulle azioni Tesla,
5 Maggio 2022

IL RUOLO DELLE CRIPTOVALUTE NELLA GUERRA

L’invasione russa in Ucraina ha avuto una serie di ripercussioni sui sistemi finanziari dei due paesi coinvolti, i quali, per esigenze differenti, stanno ricorrendo alle criptovalute per raccogliere risorse finanziarie. Se gli ucraini stanno raccogliendo finanziamenti per sostenere la resistenza e per gli aiuti umanitari, i russi possono utilizzare le criptovalute per aggirare le sanzioni occidentali. Stiamo assistendo ad uno spot per rilanciare l’immagine nel mondo delle criptovalute, apparentemente immuni
3 Maggio 2022

UCRAINA, KIPPUR E IRAN: CRISI ENERGETICHE A CONFRONTO

Nel corso della storia tutti i conflitti bellici hanno avuto ripercussioni economico-finanziarie. Ma l’invasione dell’Ucraina ha causato un’impennata senza precedenti dei prezzi dei beni energetici, riproponendo uno schema inflazionistico analogo a quello registrato negli anni Settanta, in occasione della guerra dello Yom Kippur del 1973 e della rivoluzione islamica in Iran del 1979. La guerra dello Yom Kippur e la stagflazione L’accelerazione della crescita dei prezzi degli anni Settanta si
14 Marzo 2022