OLTRECONFINE - Page 3

Stato, Europa e determinazione: dieci anni senza l’Iron Lady

Sono passati dieci anni dalla scomparsa di Margaret Thatcher: l’Iron Lady del mondo occidentale, come lei stessa si definì, è tutt’oggi una figura controversa. Donna in un ambiente tradizionalmente maschile (la politica), con una formazione scientifica (in chimica) e originaria della classe media (era soprannominata la figlia del droghiere): Thatcher era un’outsider. Determinata, coraggiosa e forte, si mosse su diversi fronti: dall’IRA all’Europa, dalla crisi sociale in Gran Bretagna alle
8 Aprile 2023

La crisi di fronte a Benjamin Netanyahu

Quanto sta accadendo in Israele non ha molti precedenti: ogni settimana, infatti, centinaia di migliaia di persone manifestano in tutto il Paese per protestare contro le politiche del governo di destra guidato dal Primo Ministro Benjamin Netanyahu. Armati di bandiere israeliane, i cittadini di ogni fede, etnia e orientamento politico stanno mobilitandosi contro la riforma della giustizia voluta dall’esecutivo, il più a destra della storia. La riforma, ispirata da correnti
13 Marzo 2023

Una COP 27 dolceamara

Dopo diversi giorni di negoziazioni e trattative, alla fine anche la COP 27 è giunta al termine: nonostante alcuni risultati importanti, come un fondo per risarcire i paesi più colpiti dagli effetti dei cambiamenti climatici, altri temi rimangono ancora tabù, soprattutto per gli “elefanti nella stanza” USA e Cina, mentre l’Italia di Giorgia Meloni si rassegna ad essere una comparsa. Anche questa Conference of Parts è giunta al termine, e
28 Novembre 2022

Netanyahu, di nuovo

Questo avranno pensato molti osservatori al di fuori di Israele al delinearsi dei risultati elettorali del voto del 1 Novembre, che sembra consegnare 65 seggi alla coalizione dell’ex Primo Ministro e leader del Likud. Di nuovo. A niente sembra essere valsa, in termini di prospettiva elettorale, la formula di “governo del cambiamento” messa in campo da Naftali Bennett prima e da Yair Lapid poi: la coalizione di governo composta dal
3 Novembre 2022

Imperialismo e collettivismo: l’hitlerizzazione di Putin

Vladimir Putin compie settant’anni. Gli auguri sarebbero stati più numerosi da parte della comunità internazionale se il 24 febbraio scorso non avesse optato per la sua hitlerizzazione: trasformarsi, cioè, da dittatore a criminale di guerra. Con l’invasione dell’Ucraina Putin ha compiuto un salto di qualità, per così dire, nella scala degli autocrati, posizionandosi al pari di chi un tempo aggredì le democrazie vicine e ha compiuto crimini contro l’umanità. L’Hitlerismo
7 Ottobre 2022

Giappone: l’autodifesa collettiva e le sfide nell’Indo-Pacifico

In un contesto geopolitico in continuo mutamento, segnatamente nel continente asiatico, il Giappone è chiamato ad affrontare sfide crescenti, in particolare quella di contrastare l’ascesa cinese che, negli ultimi decenni, è parsa inarrestabile. Il paese del Sol Levante ridefinisce la strategia attorno ai concetti di Indo-Pacifico e autodifesa collettiva Rivendicazioni territoriali, contese economiche, militarismo nei mari del Pacifico e, in generale, una situazione politico-diplomatica sempre più tesa, hanno spinto il
22 Settembre 2022

God takes the Queen: Carlo III e le difficoltà del nuovo sovrano

Ci sono attimi, seppure brevi, in cui percepiamo l’ombra della storia scorrere davanti a noi: in un batter d’occhio vengono consacrati al tempo. Nella giornata di giovedì 8 settembre, la Regina Elisabetta II d’Inghilterra è deceduta. Se n’è andato l’ultimo baluardo del secolo scorso, una regina amata e rispettata non solo in Gran Bretagna e nei Paesi del Commonwealth. Una protagonista del Novecento, una testimone dei più importanti avvenimenti del
15 Settembre 2022

Michail Gorbaciov: Colpe o Meriti?

Non è semplice raccontare a chi, per la sua giovane età, non ha vissuto quegli anni come venne percepita la nomina di Michail Gorbaciov a Segretario generale del PCUS, e dunque a leader dell’Unione Sovietica, nell’ormai lontanissimo 1985. Per dare un’idea delle speranze e persino degli entusiasmi che quell’evento aveva suscitato, basti citare qui quanto scriveva nel 1988 Moshe Lewin, uno dei maggiori studiosi della storia russa e sovietica e
5 Settembre 2022